Meet

Come funziona Meet (By Aranzulla.it)

Google Meet, precedentemente conosciuto come Google Hangouts Meet (o più semplicemente Google Hangouts), è un software per la comunicazione facente parte di G Suite, l’insieme di strumenti per il lavoro da ufficio basati sulla tecnologia cloud di Google. Grazie a Google Meet, si possono effettuare chiamate VoIP e scambiare messaggi (via Internet o SMS).

È possibile utilizzare Google Meet gratuitamente come utenti privati, tramite un comune account Google. Per fini aziendali o educativi e no profit è invece necessario creare un account Google Suite: a tal proposito, ti rimando alla mia guida per la creazione di un account gratuito di prova e dove ti spiego anche le differenti opzioni di sottoscrizione disponibili. Inoltre, ti segnalo che come riportato nel blog ufficiale di Google, le funzioni premium di Google Meet rimarranno gratuite fino al 30 settembre 2020 per gli utenti G Suite.

Chrome

Esiste poi un’estensione ufficiale del servizio installabile in Google Chrome (in questo caso, però, mantiene il nome di Google Hangouts, mentre in ambito mobile il servizio è disponibile come app per dispositivi Android e iOS/iPadOS.

È possibile scambiare messaggi istantanei (o chiamare) gli altri utenti che usano lo stesso servizio e con coloro che fanno parte della propria agenda di contatti sincronizzati con l’account Google indipendentemente dalla piattaforma utilizzata. È possibile, dunque, che partecipino alla stessa riunione utenti collegati dall’app e altri da Web, senza incorrere in problemi di compatibilità.

Passando ai requisiti minimi per l’utilizzo di Google Meet, oltre ovviamente a una stabile connessione Internet e all’account Google, il servizio richiede un browser Web moderno: preferibilmente Google Chrome, ma sono supportati anche Mozilla FirefoxMicrosoft Edge e Safari. Un supporto parziale è garantito su Internet Explorer 11.

A livello hardware, invece, per fare videochiamate e chiamate sono indispensabili dispositivi come webcamcuffie e microfono. È possibile anche optare per l’uso della fotocamera, microfono e altoparlante integrato negli smartphone, tablet e PC portatili, ma se sei in cerca di dispositivi più avanzati e dedicati a queste funzioni, sarebbe meglio acquistarli separatamente. A tal proposito, ti consiglio di consultare le mie guide all’acquisto su cuffie e webcam.

Ti segnalo, infine, che il supporto ai video in HD richiede un processore Intel da minimo 2,2 GHz di seconda generazione (i3/i5/i7) o un processore AMD di potenza equivalente (o superiore).

Per continuare a leggere la spiegazione offerta dal sito Aranzulla.it proseguire cliccando qui

Qui le indicazioni ufficiali del servizio

Osservate questi filmati per comprendere l’utilizzo del programma